La bellezza, la conoscenza… cosa ci può aiutare a vivere meglio?

Economia Circolare e Industria 4.0
Giovedì | 22 febbraio 2018
20:45 | 22:30

 

La bellezza, la conoscenza… cosa ci può aiutare a vivere meglio?

Molti concordano nel rimarcare che in questo XXI° secolo ci stiamo immettendo nella società della conoscenza. Cos’è la bellezza? Cos’è la conoscenza? In che misura sono aspetti correlati? Come possono aiutarci a vivere con comportamenti ispirati da maggior saggezza?
Una serata di incontro che parte da un reading e che vorremmo improntata dalla capacità di rendere la dialettica argomentata gradevole all’ascolto

Sala Melozzo

Registrazione video dell’incontro
Video di Paolo Ambrosini

Materiali

Locandina

Scarica
Saluto introduttivo di Roberto Camporesi – Pres. Ass. Nuova Civiltà delle Macchine

Testo/dialogo preliminare alla discussione scritto da Vanni Barzanti

Leggono:

  • Denio Derni – Insegnante e attore
  • Sabrina Spazzoli – Attrice

Discutono:

  • Vanni Barzanti – biologo
  • Paolo Petrocelli – insegnante e filosofo
  • Don Enrico Casadei – biblista
  • Luigi Impieri – educatore ed artista
  • Lorella Zauli – pedagogista

 

Coordina: Fabio Lazzari – editore

L’incontro prevede la possibilità di interazione con il pubblico.

Per informazioni:
Nuova Civiltà delle Macchine
telefono 335 6372677
info@nuovaciviltadellemacchine.it 

 

Sull’iniziativa

Motivazione
Ci troviamo in una fase storica di declino del linguaggio e del senso critico, in una situazione dove la dialettica pubblica è dominata da confusione, slogan e battute.. (che tuttavia risultano più apprezzate del ragionamento, considerato noioso) e dove le parole sono utilizzate per blandire e confondere, e/o, troppo spesso, per dileggiare.

L’Obiettivo della serata è quello di proporre un meccanismo di comunicazione capace di rendere la dialettica argomentata gradevole all’ascolto, e mostrare che è in grado di stimolare l’approfondimento verso una tensione … alla “conoscenza”.

Si propone un metodo….dove il dialogo preliminare punta a catturare l’attenzione per giungere ad una conclusione…. che sarà approfondita dai successivi interventi

La frase utilizzata come pretesto nel dialogo introduttivo “La bellezza salverà il mondo?!,,,”, frase particolarmente suggestiva ma molto spesso poco metabolizzata, viene usata come pretesto per sviluppare un ragionamento trasversale che porta ad un punto d’arrivo del dialogo: “la forma di bellezza che può salvare il mondo è quella della conoscenza che può portare a comportamenti ispirati da maggior saggezza”.

Una “conclusione grezza” proposta alle considerazioni dei 5 diversi relatori che, da diverse prospettive ed in piena autonomia di pensiero, saranno ingaggiati in una riflessione che punti a sviscerare il tema proposto.

Interventi da diverse prospettive e con diversi linguaggi per approfondire l’asserzione proposta dal dialogo preliminare nello spirito del tema proposto per l’incontro:
”La bellezza, la conoscenza…..…..cosa ci può aiutare a vivere meglio?”
E allora la riflessione si svilupperà con diverse declinazioni:
– la capacità, presente nell’armamentario naturale dell’ Homo Sapiens, di modificare i propri comportamenti e di cooperare  (contributo del biologo )
–  conoscenza e riflessione critica come strumento per scoprire (e costruire) la bellezza nelle relazioni (contributo del filosofo)
– la scoperta della bellezza nella figura di Cristo (contributo del biblista)
– la capacità di valorizzare e di godere dell’armonia sensibile (contributo dell’artista)
– la costruzione di un’efficace azione educativa, a partire dalla scuola, luogo della conoscenza e delle relazioni. (contributo della pedagogista).

 

Galleria fotografica dell’incontro
Foto di Carlo Rondoni