Presentazione del libro: “La mente fragile. L’enigma dell’Alzheimer” di Arnaldo Benini

Martedì | 2 aprile 2019
16:30 | 18:00

Incontro con Arnaldo Benini autore del libro:

La mente fragile. L’enigma dell’Alzheimer

Conduce l’incontro Walter Neri ex direttore dell’Unità.Op. di Neurologia Forlì-Cesena AUSL Romagna
dopo la presentazione del libro: domande all’autore

L’Alzheimer è una malattia della quale si ha paura ancora prima che si manifesti.
È temuta perché non si sa come curarla e per questo si comincia a sospettarla per impedimenti cognitivi normali. Ma non è vero che sia inevitabile: più della metà degli ottantacinquenni e oltre non ne soffre.
Il libro analizza il normale declino delle capacità cognitive con il passare degli anni, il profilo generale e la progressione della malattia, le opinioni sulla sua natura solidamene fondate, la prevenzione considerata promettente e le misure palliative. In particolare, l’unica prevenzione che, secondo dati convincenti, sembra funzionare è quella generica che si raccomanda per vivere meglio e più a lungo: niente fumo, poco alcol, dieta sana, peso corporeo nella norma.

 

Ingresso libero

Per informazioni: info@nuovaciviltadellemacchine.it – tel. 3356372677 
info@laretemagica.it 320 4553980-0543 033765

 

Teatro della Residenza Pietro Zangheri

Arnaldo Benini è nato a Ravenna nel 1938. Docente di neurochirurgia e neurologia all’Università di Zurigo, è stato primario di neurochirurgia alla Fondazione Schulthess di Zurigo. Ha scritto e pubblicato saggi su Mieczyslaw Minkowski (di cui ha tradotto il saggio sull’afasia dei poliglotti), su Vesalio, sulla fisiologia del dolore di Cartesio, sul medico napoletano Domenico Cotugno, che per primo ha descritto la sciatica, su Oliver Sacks, sull’eutanasia nella coscienza del medico, sui problemi etici della genetica e sullo stato vegetativo permanente. È inoltre autore di saggi sul giovane Benedetto Croce, su Thomas Mann, su Jakob Wassermann (di cui ha tradotto l’autobiografia) e sulla questione ebraica nella Germania del primo dopoguerra. Ha curato l’edizione italiana di due libri di Karl R. Popper: “Un universo di propensioni” e “Tre saggi sulla mente umana”. Nel 2009 ha pubblicato “Cosa sono io. Il cervello alla ricerca di sé stesso”, una guida alla scoperta dei meccanismi che presiedono i nostri stati di coscienza fondata, oltre che sulle più recenti acquisizioni delle neuroscienze, anche su un solido retroterra filosofico. Tra i suoi saggi più recenti spiccano “Neurobiologia del tempo” (2017), un’indagine a tutto campo sulla natura del tempo e sulla sua percezione negli esseri viventi, e “La mente fragile. L’enigma dell’Alzheimer” (2018).

 

In convenzione con:

Organizzato con:

Comune Forlì

In collaborazione con:

Casa di riposo Zangheri
Libera Università degli adulti di Forlì

MATERIALI

Locandina