Dalla raccolta differenziata alla generazione di Materia Prima Seconda. Dalle plastiche alle bioplastiche

Economia Circolare e Industria 4.0

12 Aprile 2021
15:00 | 17:00 

Sarà possibile seguire gli incontri in diretta streaming sul canale Youtube della Associazione Nuova Civiltà delle Macchine.

4° Ciclo di incontri “Sviluppo Sostenibile. Verso l’Economia Circolare”

Dalla raccolta differenziata alla generazione di Materia Prima Seconda.
Dalle plastiche alle bioplastiche.

 

Materiali

Locandina Ciclo di incontri dal titolo: “Sviluppo Sostenibile - Verso l’Economia Circolare”

Locandina 5° incontro

Gli incontri, della durata massima di 2 ore, sono rivolti in primo luogo agli insegnanti delle scuole secondarie superiori e saranno accessibili anche per gli studenti e per tutti i cittadini.
Ogni incontro sarà video-registrato e i materiali utilizzati dai relatori saranno resi disponibili per poter essere riutilizzati.

CICLO DI INCONTRI VALIDO COME CORSO DI FORMAZIONE PER DOCENTI.
Per i docenti che non sono riusciti a registarsi sulla piattaforma S.O.F.I.A. la registrazione potrà essere effettuata inviando una mail a : vcomandini@liceofulcieri.it
I DOCENTI CHE SI REGISTRERANNO RICEVERANNO UNA EMAIL CON IL LINK PER POTERSI CONNETTERE ATTRAVERSO PIATTAFORMA ZOOM.

Per informazioni: info@nuovaciviltadellemacchine.it oppure telefonare al: 3356372677

Relatori:

  • Andrea La Camera – ISPRA
    Lo stato della raccolta differenziata e la rigenerazione di Materia Prima Seconda. Plastiche: quale traiettoria si sta percorrendo? Comportamenti virtuosi e criticità
  • Danilo Sartori – Responsabile Marketing COREPLA
    Plastiche: cosa succede dopo la raccolta differenziata? Gli imballaggi e la rigenerazione di Materia Prima Seconda
  • Marco Versari – Presidente Assobioplastiche
    Dalle Plastiche alle Bioplastiche

Testimonianze:

  • Andrea Bertozzi – Direttore Tecnico ALEA Ambiente spa
    Raccolta differenziata e destinazione delle plastiche nel territorio forlivese
  • Diego Brita – Ricercatore Centro Ricerche Giulio Natta Ferrara – gruppo LyondellBasell
    Economia Circolare e riciclo molecolare: una risposta concreta con la nuova tecnologia MoReTec di LyondellBasell
  • Alessandro Carfagnini – A.D. Sabiomaterials
    Bioplastiche e riuso di tecnologie tradizionali utilizzate per la lavorazione dei polimeri

Nota introduttiva

Il Rapporto Rifiuti Urbani edizione 2020 di ISPRA ci dice che, dentro un trend europeo complessivamente positivo, nel 2019 l’Italia ha prodotto circa 30 M Tonnellate di rifiuti (499 Kg/abitante x anno).
Anche se non riusciamo a ridurre la produzione di rifiuti, stiamo migliorando il modo con cui li stiamo gestendo e la raccolta differenziata, pur con significative differenziazioni territoriali, è arrivata ad un valore medio del 61,3%. I trattamenti successivi alla raccolta e gli scarti generati fanno scendere l’ammontare di quanto è effettivamente avviato al riciclo al 46,9%.
Da rimarcare: gli obiettivi europei sono relativi a quanto effettivamente avviato a riciclo e quindi è importante fare una raccolta differenziata di qualità per ridurre gli scarti a valle per continuare a migliorare e poter raggiungere nel tempo gli obiettivi fissati dall’Europa.
Dal quadro complessivo emerge che si invia a smaltimento il 22% (21% in discarica, 1% a inceneritori): gli obbiettivi europei richiedono di portare la quota di rifiuti avviata a smaltimento sotto il 10% entro il 2035.
Altro aspetto di cui è importante avere piena consapevolezza: i Rifiuti Solidi Urbani costituiscono circa il 20% dell’intero insieme dei rifiuti che produciamo. Circa l’80% del totale è costituito dai Rifiuti Speciali e i rifiuti più pericolosi sono all’interno di questa parte: è importante arrivare ad avere una visione integrata.
In questo contesto, assume particolare importanza tutto il mondo degli imballaggi ed il ruolo svolto dal CONAI e delle sue varie strutture consortili specializzate sulle singole frazioni di raccolta. Nel 2019 circa il 70% degli imballaggi è stato avviato a recupero di materia e un ulteriore 11% è stato avviato a recupero di energia.
Nella sfida dell’Economia Circolare emerge una criticità sul tema della riduzione e del riciclo delle plastiche: l’analisi dei dati evidenzia che per oltre il 50% le plastiche raccolte vengono avviate a recupero di energia nei termovalorizzatori. È stata sviluppata una “strategia europea per la gestione della Plastica nell’economia circolare” per meglio affrontare la gestione delle Plastiche considerando tutte le diverse fasi del ciclo di vita.
I vari relatori ci aiuteranno a sviluppare un approfondimento su questa problematica per meglio comprendere le 2 sfide in cui siamo ingaggiati sul tema delle plastiche:
1) ridurre la generazione di rifiuti, realizzare una raccolta di miglior qualità, incrementare la rigenerazione di Materia Prima Seconda e ridurre le quote che vanno a recupero di energia e a smaltimento;
2) passare da plastiche derivate dal petrolio a “bio-plastiche compostabili e biodegradabili” derivate da “materiali rinnovabili” (tenendo ben presente che non tutti i “bio-polimeri” hanno caratteristiche di compostabilità e bio-degradabilità).

Nel primo incontro di questo ciclo, è stato presentato il volume “ESPERTI SCIENTIFICI E COMPLESSITA’” .

Il volume contiene saggi di 10 studiosi che hanno partecipato al seminario annuale promosso dalla Associazione Nuova Civiltà delle Macchine in memoria di Francesco Barone (seminario che si è tenuto a Forlì l’11-12 ottobre 2019) .

Segnaliamo che del libro cartaceo è stato fatto dono di 10 copie ad ogni scuola secondaria forlivese.
A coloro che ne faranno richiesta sarà recapitato in omaggio il libro cartaceo fino ad esaurimento scorte.

Il libro, edito da Pisa University Press, è acquistabile anche on line ed è stato pubblicato anche come e-book: è accessibile in modalità open access e scaricabile gratuitamente.

In collaborazione con:

 

Con il sostegno di: